Changes

Jump to: navigation, search

OrthodoxWiki:Italiano/Filioque

48 bytes removed, 12:32, March 14, 2011
no edit summary
Alcuni storici hanno suggerito che i Franchi nel 9 ° secolo il Papa pressioni per adottare il Filioque, al fine di inserire un cuneo tra la Chiesa romana e le altre patriarcati. E 'vero che il Filioque era venuto in largo uso in Occidente ed è stato ampiamente pensato per essere una parte integrante del Credo, mentre Roma, rinomato per la sua stabilità in ortodossia, resistito. Allo stesso modo, il pane azzimo era venuto per essere pensato come normativi per l'Eucaristia; sacerdoti diocesani dovevano essere sposate. In tali casi, in Occidente, antica tradizione è stata dimenticata. uso contemporaneo è stato pensato per essere normative e autentici. In questa materia di disciplina, l'influenza dei Franchi è certa. Sono destinate a esaltare Carlo Magno, come il nuovo imperatore romano. La religione cattolica, come lo sapevano, doveva essere parte del pacchetto. Nel frattempo, da ca. 726-843, l'Impero Romano d'Oriente, sotto il pollice degli imperatori successivi, è stata dominata dalla eresia di iconoclastia. Entrambi i Franchi e Greci, a modo loro, partiti da antica tradizione. Diversamente l'Oriente, tuttavia, dove è stato ripudiato iconoclastia Ecumenico Settimo Consiglio e l'uso di icone in seguito confermata dalla Teodora, l'Occidente non è mai data per recuperare presso la sua partenza.
[Modifica] == Il "Photian" Schism ==
Nel giro di un paio di generazioni, in 858, una nuova situazione avvenne. L'imperatore d'Oriente Michele III rimosso Ignazio io come patriarca di Costantinopoli. L'imperatore lo ha sostituito con un laico, San Fozio il Grande, che fu il primo segretario e Imperial Imperial ambasciatore a Baghdad. Tuttavia, Ignazio rifiutò di abdicare. Michael e Fozio invitato Papa Nicola I di Roma di inviare legati a presiedere un sinodo a Costantinopoli per risolvere la questione. Con il Consiglio, legati confermato il patriarcato di Fozio, con grande disappunto di Nicholas, che ha poi dichiarato che avevano "superato la loro autorità".
In 867 e 869-70, sinodi di Roma e di Costantinopoli (il Consiglio dei Robber 869-870) restaurato Ignazio per la sua posizione di patriarca Fozio e deposto. Nel 877, dopo la morte di Ignazio, Fozio nuovamente ripreso l'ufficio, per ordine dell'imperatore e dalla richiesta di Ignazio se stesso, del quale Fozio era stato riconciliato. Nel 879-880, è stato ufficialmente ripristinato per vedere il suo e il Filioque effettivamente condannato dal Consiglio ecumenico ottavo, un consiglio a cui hanno partecipato legati pontifici, e che l'attuale papa, Giovanni VIII, alla fine confermato. Egli fu deposto nel 886, quando Leone VI assunse come imperatore, che aveva avuto una disputa con il padre e rivolse la sua animosità per il padre verso uno degli amici di suo padre, Fozio. Fozio trascorse il resto della sua vita come un monaco in esilio in Armenia, egli è venerato dagli ortodossi oggi come un santo, uno dei grandi pilastri della ortodossia. Egli fu il primo teologo importante per accusare di eresia Roma in materia del Filioque.
[Modifica] == Roma capitola alla pressione Filioquist ==
Nel IX secolo, Papa Leone III di Roma, d'accordo con la frase filioque teologicamente, ma si era opposto ad esso l'adozione a Roma, in parte a causa della sua fedeltà alla tradizione ricevuta. (Sapeva anche che i greci risentirono del nuovo Impero Romano in Occidente e Carlo Magno, in particolare;. Il Papa ha voluto preservare l'unità della Chiesa), infatti, Leo aveva il testo tradizionale del Credo, senza il "Filioque", esposta al pubblico, avendo il testo originale incisa su due tavole d'argento, presso la tomba di San Pietro. In ogni caso, durante il tempo della leadership di Papa Leone, 795-816, non c'era Creed a tutti nella Messa romana
Nel 1054, però, l'argomento ha contribuito al grande scisma d'Oriente e Occidente, e l'Occidente si spinse fino ad accusare l'Oriente di eresia per non aver compreso il Filioque nel Credo. Ci sono state molte altre questioni coinvolte, in gran parte sulla base di incomprensioni tra le tradizioni greca e latina, così come il temperamento irascibile degli antagonisti. Questi sono stati il ​​cardinale Umberto da Roma e il Patriarca Michele Cerulario di Costantinopoli. Oltre a la reale differenza tra testo e dottrina del Filioque, un problema analogo era il diritto del Papa a fare un cambiamento nel Simbolo niceno-costantinopolitano, in proprio, a parte un Concilio Ecumenico.
[Modifica] == Tentativo di riunioni e il Filioque dopo lo scisma ==
Nel XIII secolo, Tommaso d'Aquino è stato uno dei teologi dominante scolastica. Ha affrontato in modo esplicito con le processioni delle Persone divine nella sua Summa Theologica. Mentre la teologia di Tommaso d'Aquino e altri scolastici è stata dominante nel Medioevo occidentale, nonostante la sua apparente chiarezza e brillantezza, rimane la teologia, non ufficiale insegnamento cattolico-romano.
Anche se ci fosse stata una liturgia riunione tenutasi nel dicembre del 1452 a Santa Sofia a Costantinopoli alla quale nome del Santo Padre è stato commemorato il Filioque e utilizzati nel Credo, che era stato ampiamente boicottato dalla maggior parte del clero e dei laici della città. La sera del 28 maggio 1453, tuttavia, un altro si è tenuta la liturgia che ha anche ricordato il Papa e ha usato il Filioque, ma che non è stato boicottato dalla maggioranza della città. Il giorno successivo, Costantinopoli cadde sotto gli invasori musulmani.
[Modifica] == Le recenti discussioni e dichiarazioni ==
Il dialogo su questo e altri argomenti continua. La clausola di Filioque è stato il principale argomento discusso nel corso della riunione 62 North American teologica cattolico-ortodossa di consultazione, che si è riunito a Santa Croce greco-ortodosso Scuola di Teologia (Brookline, Massachusetts) dal 3 giugno attraverso 5 giugno 2002, per la loro sessione di primavera . Come risultato di queste discussioni moderne, è stato suggerito che gli ortodossi potrebbero accettare un Filioque "economica" che afferma che lo Spirito Santo, che nasce solo nel Padre, è stato inviato alla Chiesa "per mezzo del Figlio" (come il Paraclito ), ma questo non è ufficiale la dottrina ortodossa. E 'ciò che i Padri chiamano theologoumenon, un'opinione teologica. (Allo stesso modo, il compianto Edward Kilmartin, SJ, proposto come theologoumenon una "missione" dello Spirito Santo alla Chiesa.)
Nella sentenza della consultazione, la questione del Filioque non è più una "Chiesa-dividendo" questione, uno che impedirebbero la piena riconciliazione e la piena comunione, ancora una volta. Si distingue ancora per i vescovi e fedeli della Chiesa cattolica romana e le Chiese ortodosse di rivedere questo lavoro e di prendere le decisioni sarebbe opportuno.
[Modifica] == Il Filioque come eresia ==
Non c'è mai stata una dichiarazione specifica conciliare nella Chiesa ortodossa, che ha definito il Filioque come eresia. Detto questo, tuttavia, è stata considerata come eretica da più santi ortodossi, tra cui Ss. Fozio il Grande, Marco di Efeso, e Gregorio Palamas (i tre pilastri della ortodossia). Al Terzo Concilio Ecumenico e del Consiglio "Photian" di 879-880 (entrambi i consigli di Roma firmato su), tutte le modifiche al Creed sono anathematized. Inoltre, è esplicitamente denunciato come eretico dalla Enciclica del 1848 dei Patriarchi orientali.
Ci sono una serie di ragioni tradizionalmente citati per la definizione del Filioque come eretico, inclusi i seguenti:
[Modifica] == addebiti per motivi dottrinali ==
E 'contrario alla Scrittura, in particolare in Giovanni 15:26: "Ma quando il Consolatore, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre, Egli testimonierà di me". Così, Cristo descrive mai lo Spirito Santo come procedimento da lui stesso, ma parla solo di processione dello Spirito, in termini del Padre.
Le motivazioni per l'inclusione del Filioque nel Credo, mantengono la divinità del Figlio e sottolineando l'unità della Trinità, sono ridondanti, data la formulazione originaria del Credo. Cioè, il Figlio è già descritto come "luce da luce, Dio vero da Dio", e così via. Lo Spirito anche "con il Padre e Figlio è adorato e glorificato». Inoltre, la stessa Creed inizia con una dichiarazione di fede in "un solo Dio".
Il filioque distorce ortodossi Triadology facendo lo Spirito un membro subalterno della Trinità. Tradizionale Triadology consiste nel concetto che per ogni tratto, quest'ultimo deve essere comune a tutte le persone della Trinità o di unica di uno di loro. Così, la paternità è unico al Padre, mentre begottenness è unico al Figlio, e la processione unica per lo Spirito. Divinità, però, è comune a tutti, come è eternità, increaturalità, e così via. Postulando che qualcosa può essere condiviso da due persone (cioè, essendo la fonte della processione dello Spirito), ma non l'altro è quello di elevare quelle due persone a scapito degli altri. Pertanto, il saldo di unità e di diversità è distrutto.
Data l'obiezione precedente, le ripercussioni per l'accettazione del Filioque nella vita della Chiesa sono potenzialmente enormi. Perché come ci relazioniamo a Dio è significativamente influenzato da ciò che noi crediamo in lui, le false credenze portare alla spiritualità dannosi. Una obiezione spesso sollevata circa la teologia Filioquist è che mina il ruolo dello Spirito Santo nella Chiesa. Così, con il suo ruolo di essere denigrato, i suoi ministeri tradizionali sono cancellate o sostituite. L'unità della Chiesa diventa dipendente da un ufficio, la spiritualità diventa adesione alla lettera della legge, piuttosto che il suo spirito, nei sacramenti è venuto per essere compresa in termini di validità, e uno spirito di legalismo prevale.
[Modifica] == addebiti per motivi canonico e storia ==
Anche se non proprio una questione di eresia, una obiezione comune è il mezzo di inserire il Filioque nel Credo. Questo è, a differenza dell'adozione originale del Credo di Nicea e la sua successiva revisione a Costantinopoli, la decisione di includere il Filioque nel Credo, non è stato fatto da un Concilio Ecumenico. Piuttosto, è stato inizialmente inserito dal Terzo Sinodo di Toledo, Spagna (589).
Roma resistito l'inclusione del Filioque per secoli. Leone III, il Papa di Roma al momento del Filioque ha iniziato la sua storia nella teologia occidentale, fortemente sconsigliata la sua iscrizione, anche se era d'accordo con la solidità e la validità della dottrina contenuta in filioque. In seguito, però, Roma contraddetto la sua precedente posizione più ortodossi per la promulgazione del Filioque, quindi lanciare anatemi contro i suoi antenati spirituali.
[Modifica] == Collegamenti esterni ==
Wikipedia: Filioque link esterni: una Bibliografia Online
Pagina Filioque, da Thomas Ross Valentine
292
edits

Navigation menu