Changes

Jump to: navigation, search

OrthodoxWiki:Italiano/Chiesa Ortodossa

6 bytes removed, 13:35, September 12, 2011
L'amore dell'uomo per Dio
=L'amore dell'uomo per Dio=
La Divinizzazione (Theosis) parte dall’apertura del cuore a Dio, dove il cuore appunto denota non la mente razionale, il pensiero logico, ma l’[[intuizione mistica]], che si nutre con la [[Preghiera]] (che include anche la [[contemplazione delle Icone]], considerate “preghiere dipinte”), i [[Sacramenti]]<ref>Più correttamente i Sacramenti nella Chiesa Ortodossa sono chiamati Misteri. Cuore di ogni Sacramento è l’epiclesi ovvero l’invocazione allo Spirito Santo che è Colui che opera il Sacramento, che è un segno che rimanda ad un’interazione con la Potenza Divina. I Sacramenti non sono solo i sette basilari ovvero Battesimo, Crisma, Eucarestia, Confessione, Ordine Sacro, Matrimonio, Unzione degli Infermi ma molti altri come la Consacrazione dell’Altare, la Consacrazione Pittura delle Icone o il Segno della Croce, perché l’Ortodossia ha preferito non “catalogare” i Misteri in un numero definito.</ref>, la [[Liturgia]], la [[Scrittura]], la [[Tradizione]], il [[Digiuno]], la [[Direzione Spirituale]].
La Divinizzazione è sempre un’azione pratica, che punta a santificare ogni aspetto di sé stessi (per la Chiesa Ortodossa infatti esiste un’intima unità tra [[anima]] e [[corpo]]) e del proprio [[tempo]], senza distinguere tra momenti dedicati alla Liturgia e alla Preghiera e momenti dedicati ad attività profane, ma vivendo ogni azione “alla [[presenza di Dio]]”, e percependo costantemente la profondissima interconnessione tra noi stessi, il Creato e il mondo spirituale della Trinità, sforzandosi di armonizzare alla [[Bellezza]], alla [[Verità]] e al [[Bene]] di Dio il nostro cuore e tutto ciò che ci circonda, in uno sconfinato amore per Lui, per il [[prossimo]] e per tutta la Creazione<ref>L’uomo, che ha portato la morte e la malattia nella Creazione, ha il compito fondamentale di guarire non solo sé stesso ma il Creato intero, amandolo, custodendolo e rispettandolo</ref>.
22
edits

Navigation menu