Changes

Jump to: navigation, search

OrthodoxWiki:Italiano

5,785 bytes added, 05:49, May 13, 2016
Importing...
Italian-language content, archived from it.orthodoxwiki.org.

== Core Documents ==

=== Pagina principale ===

Benvenuti su OrthodoxWiki, un'enciclopedia libera e centro d'informazione per il Cristianesimo Ortodosso modificabile da chiunque. Questa versione italiana è iniziata il 3 marzo 2011. Al momento stiamo lavorando su 24 articoli.

Accedi o registrati per arricchirne il contenuto.

I redattori di OrthodoxWiki hanno scelto San Giovanni Damasceno come loro patrono e intercessore celeste e cercano di promuovere per mezzo di queste pagine la conoscenza, il culto della Trinità tutta santa, e la fede nella Chiesa Ortodossa .
OrthodoxWiki è un'enciclopedia multilingue.

== Articles ==

== Stubs ==

=== Divinizzazione ===

La Divinizzazione è la condizione del cristiano che vive la fede nell'incarnazione: il Verbo di Dio si è fatto uomo, affinchè l'uomo diventasse divino. " Dio si è fatto uomo affinchè l'uomo diventasse Dio!" questa frase porta l'essenziale del messaggio cristiano che lega insieme il mistero dell'incarnazione - Dio si è fatto uomo - con il mistero della redenzione espresso in termini di divinizzazione. E questa è la fede di tutta la Chiesa, il dogma principale che riguarda l'antropologia.

Il Dio-Uomo è Cristo. L'"uomo di Dio", l'uomo divino, è il santo. Nella vita di Antonio, Atanasio, il teologo dell'incarnazione, descrive il cammino che porta l'uomo dall'immagine alla somiglianza e che è fondamentalmente il movimento dell'incarnazione vissuto da parte dell'uomo.

Il termine divinizzazione può essere usato senza esclusione e senza controversia anche come giustificazione, santificazione, se professano la stessa fede: Cristo è la nostra salvezza, che consiste nel ritorno al Padre, reso per noi possibile tramite il dono dello Spirito Santo, presente in noi.

- [[User:Raggiodisole]], August 28-29, 2011

=== Doxastichon ===

Il Doxastichon traduzione in greco: Δοξαστικόν è un'inno del Servizio Divino della Chiesa Ortodossa Orientale e della Chiesa Cattolica Orientale, che segue il rito bizantino.

- [[User:Raggiodisole]], June 16, 2011

=== Protesi ===

La Protesi è una piccola mensa posta a sinistra dell’altare centrale dove il sacerdote compie il rito della Proscomidia (preparazione).

All’inizio della preparazione si trovano sulla Protesi gli oggetti necessari al Santo Sacrificio:

# il calice, piuttosto grande;
# il disco che corrisponde alla patena, ma è più grande e profondo, spesso dotato di un piedistallo. Simboleggia il presepio;
# l’asterisco (stella) formato da due semicerchi di metallo incrociati ed uniti nel mezzo da una vite, da cui pende o dove è incisa una stella. Simboleggia la stella dei Magi. Praticamente serve a coprire il disco affinché il velo non venga a contatto con il pane;
# i tre veli: per il disco, per il calice ed uno più grande, detto aere, che serve a coprire i santi doni (sia il disco che il calice) e simboleggia la pietra del sepolcro di Gesù;
# la lancia, con la quale si taglia il pane da porre sul disco. Simboleggia la lancia che trafisse il costato di Gesù;
# il cucchiaino, serve per la S. Comunione ai fedeli. Simboleggia le molle con cui il Serafino prese il carbone ardente e toccò le labbra di Isaia (Is. 6, 6). Il carbone ardente presso gli Orientali è una figura per designare la particola consacrata;
# la prosfora o pane per la messa. E’ pane comune fermentato, che porta una impronta quadrata con una croce e le sigle IC XC NI KA, cioè: Gesù Cristo vince! La parte delimitata da quest’impronta, tagliata durante il rito della preparazione e collocata sul disco, corrisponde all’Ostia della Messa latina. Altre quattro prosfora servono per estrarne delle particelle in memoria della Madonna, dei Santi, dei vivi e dei morti. Il pane avanzato viene tagliato in piccoli pezzi,deposto in un vassoio, e, dopo essere stato benedetto durante la Liturgia, viene distribuito al popolo sotto il nome di antidoro.
# Il vino (possibilmente rosso) e l’acqua si trovano nelle relative ampolle sulla Protesi;
# Lo Zéon (slavo: teplotà) è l’acqua calda che viene immessa nel calice prima della Comunione.

==== Sources ====
* http://www.russiacristiana.org/liturgie/introliturg.pdf

- [[User:Raggiodisole]], May 13, 2011

=== Rivelazione ===
Rivelare significa rendere manifesto qualcosa o qualcuno. La Rivelazione è il concetto chiave per comprendere il cristianesimo, che può essere definito come la religione della Rivelazione. Dio che si rivela è Dio che autocomunica se stesso e si autorivela nella storia di Israele e nella persona di Gesù. Dio che si autocomunica vuol dire che decide di entrare in contatto con la creatura, per renderlo partecipe del suo progetto, e lo fa partecipando effettivamente se stesso. in una comunicazione che ci permette di scoprirlo in una visione di conoscenza ma soprattutto di amore. Rivelandosi Dio nei confronti dell'uomo si fa donatore, dono, ma al tempo stesso compimento. All'origine della Rivelazione vi è la Parola di Dio.

- [[User:Aloisio]] and [[User:Raggiodisole]], August 29, 2011

=== Tradizione ===

La Tradizione - paradosis - non è un'altra fonte di rivelazione accanto alle Scritture: è il " modo unico di ricevere la rivelazione", lo Spirito che fissa le scritture e preserva il loro senso. LA Tradizione non è un complemento della Parola, bensì il Soffio che porta la Parola e la rende viva in tutte le età della chiesa.

Non si riduce ad una semplice interpretazione delle Scritture, spirito critico della chiesa. Essa anima e trasforma in "cristosfera" tutte le espressioni della rivelazione presenti nella vita "misterica" della chiesa, e in particolare i segni, simboli e riti che san Basilio chiamava "dogmi segreti".

- [[User:Raggiodisole]], March 10, 2011
Bureaucrats, Check users, interwiki, oversight, renameuser, Administrators
7,218
edits

Navigation menu